Ricordi pubblici e no

Tutti gli americani di una certa età dicono di ricordarsi dov’erano e cosa facevano quando Kennedy è stato assassinato a Dallas. Tranne uno: Kennedy.
(Tullio Avoledo, Lo stato dell’Unione)
Fincipit diioguido, qui

C’era Livefast, che l’altro giorno ricordava che cosa stava facendo l’11 settembre 2001 quando ha saputo di quella storia delle torri gemelle e degli aeroplani, non so se avete presente, e si chiedeva che cosa le persone che passavan per il suo blog stavano facendo. Perché, secondo Livefast, tutti si ricordano cosa stavan facendo quando han saputo che era successa quella cosa lì.

Io mi ricordo che ero in ufficio, mi telefona mia mamma, m’ha detto Si è schiantato un aereo su una delle torri gemelle, io non ci credevo, mi son messo a ridere incredulo e isterico, ché davvero, non ci potevo credere, allora poi, appena ho abbassato il telefono mi son collegato a internet con il modem interno a 56k che faceva quei suoni che sanno delle care vecchie buone cose di una volta, e son andato subito a collegarmi alla CNN, ma non si apriva. Allora poi mi son messo a fare F5 aggiorna F5 aggiorna e finalmente poi la pagina è comparsa: era vero. Allora poi quel pomeriggio lì, lavorare non se ne parlava, stavam tutti lì intorno al computer, nella mailing list dove ero iscritto si parlava solo di quello, anche se era una mailing list che non c’entrava niente però c’eran diverse persone di new york o dei dintorni che dicevano un sacco di cose e tutti erano intorno al computer che era l’unico che si poteva collegare a internet e poi dopo un po’ allora son andato a casa a guardare la tele a vedere se ne parlavano, e infatti ne parlavano, mi ricordo che visto alla tele sembrava uno spettacolo bellissimo, se uno non pensava che era vero davvero.

Forse allora ha ragione Livefast, che tutti proprio tutti se lo ricordano cosa stavano facendo quando hanno saputo della storia delle torri gemelle, visto che anche io ne ho un ricordo abbastanza vivido, un ricordo che mi ricorda di un altro ricordo che ho, che io, se c’è una cosa che mi ricordo, e che anche adesso a pensarci mi stan venendo i lucciconi, è che quando mi han telefonato che mio nonno era morto, io stavo guardando Dragonball.

84 pensieri su “Ricordi pubblici e no

  1. Ero nella mia casa. Stavo guardando rai2 e ad un certo punto, l’aanunciatrice dice ke c’è un’edizione straordinaria del tg2. Poi ho messo immediatamente l’ultim’ora di televideo. Subito dopo ho seguito gli altri canali ke ripetevano tutti la stessa cosa. Impossibile collegarsi ad internet. Solo dopo 20 minuti mi sono collegato su ansa.it e ho letto anke li la notizia.

  2. Quel pomeriggio stavo chattando con un amia amica di Palermo, ad un certo punto lei mi ha scritto di accendere la tv, che avevano attaccato l’America…. Io sono andata in salotto ho accesso e…. non sò per quanti secondi sono rimasta davanti a quelle immaggini lì ferma, immobile, trattenevo persino il respiro… poi ho telefonato subito a mia madre dicendole “mamma hanno attaccato l’america, guarda la tv non è un film è vero!”

  3. Me lo ricordo sì, quello che stavo facendo. Quel giorno era il mio pomeriggio libero dal lavoro, mi ricordo che ero a casa e stavo stirando. Avevo la tivù accesa su Rete 4, perchè c’era un telefilm leggerino, di quelli proprio adatti quando stai stirando. All’improvviso è apparso Emilio Fede (che di lui tutto si può dire ma non che gli manchi il tempismo) e sono comparse quelle incredibili immagini. Subito ho pensato a una cosa tipo lo scherzo di Orson Welles… poi mi sono convinta. Ho preso il telefono e ho chiamato mia madre e mia suocera e poi son rimasta lì impietrita a guardare.

  4. sui ricordi dell’11 setembre ci sto facendo una tesi! sto sbirciando questo forum per trovare infatti qualcosa di utile.

Rispondi