Set
14
Filed Under (POLITICA) by admin on 14-09-2007

E’ sempre una bella notizia quella che ci mette a parte del gesto di amore di un uomo per un animale indifeso. Se poi si tratta di una specie solitamente bistrattata o semplicemente sfruttata come accade al maiale, la notizia intenerisce veramente il cuore. Ecco, sapere che un uomo impegnato come Roberto Calderoli trovi il tempo per portare a spasso il proprio maiale nelle amene campagne lombarde, in quel di Lodi, probabilmente nei pressi della Banca che tante cure è costata al suo partito, è una cosa che mi intenerisce moltissimo. Pensateci… la sera, al tramonto, l’ex ministro in canottiera e pantofole che porta fuori la spazzatura e poi se ne va a passeggio col maiale al guinzaglio. Magari trova il tempo di fermarsi su una panchina, in modo da liberare l’animale per qualche minuto e estraniarsi dalle fatiche della quotidianità. I pensieri allora vagano e il Calderoli si scopre assorto, quasi senza accorgersene (naturalmente), in pensieri ameni e si mette a interrogare la luna, e il maiale, sui suoi dubbi esistenziali: sarà meglio la bagna cauda o la zuppa pavese? Il maiale gli risponde, la luna no; probabilmente è una questione di lingua.

E così, mentre una qualsiasi persona banale, come si dice: l’uomo della strada, si affeziona a un gattino, a un cagnolino o a un cane, il Calderoli, uomo dalla sensibilità evidentemente più raffinata costruisce questo anomalo rapporto con un maiale, o una scrofa, e rinnova anche a noi uno di quegli eterni dubbi sollevati da infinite e casuali osservazioni dei vicini di casa a passeggio col cane e sul cui mistero non finiremo mai di interrogarci: gli animali domestici ce li scegliamo perché gli assomigliamo all’origine o è destino che, una volta scelti, gli si finisca progressivamente e inevitabilmente per assomigliare?

P.S. Il grande Mauro Biani, ovvero il vignettista, lo trovate qui e qui.

Altri blog che trattano l’argomento sono almeno questi:

Appunti con sottofondo blues Piovono rane Chiacch(i)ere e sproloqui Piste The perpetual beta Il blog di Lucacicca Sconfinando Surreale Gatto secco Unpercento The eyes Skizopsycho This is totally going in my blog! Appunti italiani Solleviamoci Melissa Panarello Generazione blog Wallynius Axell distretto71 Un pirla qualsiasi ZetaVu 365 albe 364 tramonti Tragedie greche Metroguida Zefirina Orientalia4All Decidiamo insieme Il blog di iMod Adolfo Trinca name Kela blu food tabloid Trentamarlboro

Comments

zanocom on 14 settembre, 2007 at 10:29 #

Grazie per la citazione.
Mi ha fatto piacere conoscere il tuo blog.

A presto.


fedemello on 14 settembre, 2007 at 11:30 #

voi del MUE siete i soliti comunisti


andrea opletal on 14 settembre, 2007 at 12:04 #

… Calderoli è autoreferenziale … per questo parla di “maiale” !


Smilla on 14 settembre, 2007 at 12:12 #

Mi viene da piangere. Mi immagino anche al maiale.


daniela on 14 settembre, 2007 at 15:17 #

sì, anche da me grazie della quotation, e bel blog.

per il resto, mi pare che sia tutto a posto: dopo la porcata, il maiale day.


Surreale on 14 settembre, 2007 at 15:51 #

Eh, Calderoli come George Clooney!
P.S. Grazie della citazione.


unpirlaqualsiasi on 14 settembre, 2007 at 17:55 #

grazie della citazione!

anch’io mi pongo spesso l’ultima domanda (in grassetto) riguardo allo scegliere gli animali…


TedC on 15 settembre, 2007 at 04:23 #

Ne ha parlato anche Sauro. C’è un bel repertorio fotografico.


Creative Commons License
Questo blog è pubblicato sotto una Licenza Creative Commons.